Blog

Tutte le novità: stay tuned!

I suoi occhi si sono illuminati: Gesù agisce!

Due incontri interessanti che hanno riacceso una piccola luce in alcuni giovani nella missione di Milano Marittima.


di Maria Elena

Quella al Summer Event di Milano Marittima è stata per me la prima esperienza di evangelizzazione con le Sentinelle e sono colma di riconoscenza per essere riuscita a condividere del tempo con questi fantastici compagni, uniti nel portare Lui ad ogni persona che incontravamo.

In particolare mi sono rimasti nel cuore due incontri.

Durante l'evangelizzazione di spiaggia, io e Maria Pia, la mia compagna, abbiamo conosciuto Jacopo, il bagnino degli stabilimenti che dovevamo "evangelizzare". Ci siamo avvicinate disinvolte, pensando che lui avesse notato due ragazze in pareo fashion nero che da un'ora fermavano ragazzi sul bagnasciuga. Invece lui non solo non ci aveva minimamente considerate, ma al nostro approccio ha sfoderato una faccia sulla quale era scritto a chiare lettere: "Ecco altre due p.r. che mi vogliono invitare in discoteca. Ma non si rendono conto che io qui ci lavoro?". Appena gli abbiamo fatto l'annuncio, spiegandogli che l'appuntamento di quella sera sarebbe stato con Gesù, i suoi occhi hanno cambiato espressione e sul suo viso si è letta in modo chiaro la sorpresa di aver ricevuto un invito inaspettato e diverso da tutto quello con il quale conviveva giorno per giorno. Non sappiamo se poi abbia deciso di venire in chiesa, ma il suo sguardo pieno di gioia e sorpresa ci ha riempito il cuore di felicità e di gratitudine per il grande amore di Dio.

Il secondo incontro è avvenuto di sera con Martina. Assieme a Claudio, la sentinella che evangelizzava con me in strada, abbiamo fermato due donne e una ragazza di nome Martina, probabilmente la figlia di una delle due. Nelle due donne abbiamo trovato due interlocutrici entusiaste, piene di fede e piacevolmente colpite da questo modo per loro nuovo di annunciare Gesù. Mentre chiacchieravamo con loro però, Martina aveva lo sguardo assente, come se tutto questo non la riguardasse, e aspettava solo che le due donne finissero di parlare per andare finalmente via. Mentre Claudio portava la sua testimonianza, io guardavo il bel volto di Martina, la sua bocca serrata, e pregavo che qualcosa riuscisse a fare breccia in lei. E finalmente, quel qualcosa è arrivato, una frase "giusta" detta da Claudio ed il suo sorriso si è acceso, i suoi occhi si sono illuminati.

Questo mi ha confermato come l'incontro con Gesù non possa che essere personale ed unico, ma quando avviene, tutto cambia, e la felicità che ci pervade è ben visibile al mondo.

Porto nel cuore anche tutte quelle persone che non hanno ascoltato, o che non si sono fermate, assieme a tutte quelle che sono riuscite a cogliere quest'occasione per incontrare o riscoprire Gesù vivo.

Commenta

Torna indietro
Questo sito utilizza i cookies per fornirti una migliore esperienza di navigazione Leggi tutto...