Blog

Tutte le novità: stay tuned!

Esercizi Ignaziani come Dio comanda

Una proposta per tutte le sentinelle

Tags: Idea Vision

di don Andrea*

Alla fine, dopo molta insistenza, ho voluto provarli. A dire il vero sono più di 30 anni che ogni anno faccio una settimana di esercizi spirituali, ma questi - così mi dicevano - erano diversi. Sì, perchè erano proprio gli esercizi originali che si inventò Sant’Ignazio a Manresa nel 1522, senza sconti, senza cambiamenti. Nel 2012 proprio lì, da quella piccola grotta, per la prima volta in Spagna, portai il progetto Sentinelle a tutte le loro diocesi riunite in convegno nazionale.
Siccome per l’uomo moderno è difficile riservare un mese intero a questa pratica, un padre gesuita del XX sec., P. Francesco Vallet, li ha ridotti a 5 giorni, ma senza perdere nulla della sostanza ignaziana. Don Pietro Cantoni li apprese direttamente ad Econe da un suo discepolo e così sono arrivati in Italia in una forma che non è facile trovare in tutta la Chiesa Cattolica. E così sono andato.
Ignazio scriveva che «con “Esercizi spirituali” si intende ogni modo di esaminare la coscienza, meditare, contemplare, pregare vocalmente e mentalmente e altre operazioni spirituali. Come, infatti, il camminare e il correre sono esercizi corporali, così si chiamano esercizi spirituali tutti i modi di disporre l'anima a liberarsi di tutti gli affetti disordinati e, una volta eliminati, a cercare e trovare la volontà divina nell'organizzazione della propria vita per la salvezza dell'anima».
Gli Esercizi sono un geniale cammino per scegliere Cristo, per capire la sua logica, per farla nostra nella vita difficile di tutti i giorni. Come solo i santi sanno fare, ti fanno innamorare di Gesù come non mai, fino alle lacrime per la sua Croce.
Li consiglio a tutti. Sono per laici (ma anche i preti possono partecipare). Brevi, super intensi, super forti. Se sei una sentinella e sei pronta a spenderti per la causa di Cristo, ecco, questi sono i 5 giorni che ti possono cambiare la vita.
Il metodo è geniale, i contenuti ormai inediti (si medita su inferno, morte, giudizio, croce e resurrezione, discesa agli inferi e stendardi, ecc…), il clima serio e impegnato. Il frutto è una grande consolazione, una ferma determinazione, un amore fino alle lacrime per Gesù.
Li vorrei proporre a tutte le sentinelle che vogliono diventare “martiri”, ossia testimoni del Vivente.
Se vuoi partecipare, iscriviti presto, inviando una mail QUI.

Qui le prossime date.

* Coordinatore Sentinelle del mattino International

Commenta

Torna indietro
Questo sito utilizza i cookies per fornirti una migliore esperienza di navigazione Leggi tutto...