Blog

Tutte le novità: stay tuned!

A Roma ci saremo come lievito

Nell'incontro della Pentecoste dei nuovi movimenti le sentinelle saranno invisibili.

2011-sentinelle-a-roma


di don Andrea Brugnoli * 

Sì, le sentinelle a Roma ci sono, ma non siamo un movimento. Quando Mons. Fisichella mi invitò a partecipare nell'equipe organizzativa dell'evento della Pentecoste 2013 assieme ad altre realtà ecclesiali, declinai cortesemente l'invito. «Eccellenza, - gli scrissi - il fine del nostro Centro di Formazione alla Nuova Evangelizzazione è quello di risvegliare all’evangelizzazione i soggetti della normale pastorale diocesana e tutte le persone che se ne avvalgono, agiscono nelle rispettive diocesi sotto l’autorità delle diocesi stesse, adottando i suggerimenti e i metodi studiati e proposti dal Centro. Personalmente non faccio parte di alcun movimento ecclesiale, nè sono responsabile di alcun movimento o associazione. Pertanto, ritengo che il lavoro del nostro Centro rappresenti oggi una risorsa per tutti quelli che non intendono delegare la nuova evangelizzazione ai membri di un movimento o di una nuova comunità, ma che vogliono attivarsi come soggetto diocesano».

In piazza S. Pietro ci saranno moltissime sentinelle, ma sono dentro le loro realtà ecclesiali di appartenenza: cellule, movimenti, cammini, prelature, parrocchie. Essi ne sono il lievito, spingendone tutti i membri ad impegnarsi per progetti di primo annuncio.

Ma in piazza non ci saremo con striscioni e bandiere o sigle: credo che questo servizio, umile, nascosto, forse non compreso, sia una grande risorsa per il cammino della nuova evangelizzazione nel mondo.

Sentinelle: facciamoci belli davanti a Dio e non davanti agli uomini!

* responsabile del Centro Internazionale per la Formazione alla Nuova Evangelizzazione

Commenta

Torna indietro
Questo sito utilizza i cookies per fornirti una migliore esperienza di navigazione Leggi tutto...